lunedì 7 aprile 2008

Lavoro... lavoro... and fun also

Sono stato molto impegnato in questi giorni e non ho avuto proprio il tempo di raccontare le ultime novità.

Ho appena iniziato la seconda settimana di lavoro presso la Commissione Europea.

Il primo giorno di lavoro l'ho passato sbrigando le classiche pratiche burocratiche, che qui sono veramente lunghe.
E a renderle più complicate ci si mette la lingua che a volte mi impedisce di capire le istruzioni che mi vengono date (soprattuto in francese).

La Commissione è situata all' interno del quartiere europeo che si trova al centro di Bruxelles; è composta di circa 40 direttorati generali (DG) e tutto si estende su un area molto vasta.

Addirittura per avere il badge per l'accesso al direttorato dove lavoro, ho dovuto attraversare un bel pezzo del quartiere europeo e raggiungere l'altro direttorato preposto alla sicurezza.

La mia postazione di lavoro è situata all'interno di un mega stanzone (open space) con una finestra che affaccia su un giardino interno e grandi finestroni al soffitto che danno luce alla stanza.

Nel palazzo dove io lavoro è situata anche una mensa, una palestra, una sala per la musica e una per il ping pong.

Detto così sembra quasi figo come posto... in realtà però è pur sempre un ufficio, quindi un poco grigio e poi la palestra è più per attività di tipo aerobico che per la pesistica (per quello dovrò trovare una palestra privata).

La cosa più interessante è che qui gli orari sono flessibili.
Posso entrare, uscire, e andare in pausa pranzo quando e per quanto mi pare, purché io faccia almeno 7.30 di ore lavorative al giorno, in media, al mese e che la pausa duri almeno 30 minuti e al massimo 3 ore e che arrivi non più tardi delle 9.30 e non esca prima delle 16.30 (16.00 il venerdì).

Sembra veramente complicato ma è molto comodo. Se ad esempio, ho qualche cosa da fare, posso tranquillamente allungare la pausa pranzo e uscire più tardi.

Con i colleghi comunico esclusivamente in inglese, anche se la lingua ufficiale di Bruxelles è il francese (in realtà in Belgio le lingue ufficiali sono tre: francese, fiammingo (o nederlandese) e tedesco).

Questo fatto delle lingue multiple gioca a mio vantaggio perché oltre ad imparare l'inglese dovrò anche imparare qualcosina di francese (tu is megl che uan).

Per quanto riguarda l'appartamento, alla fine abbiamo preso quello che avevamo bloccato (vedi post precedente) e, a parte qualche ritocco da fare e qualche problemino da risolvere, mi trovo abbastanza bene.

Anche la vita sociale procede abbastanza bene, ho conosciuto altri italiani e qualche straniero con cui siamo usciti qualche volta durante lo scorso week end.

Qui la vita notturna è più movimentata di quanto pensavo. Ci sono molti studenti stranieri e specialmente durante il week end organizzano festini e party ovunque.

I dettagli ve li risparmio ma lo scorso week end e' stato davvero molto intenso ;)

A bientôt

3 commenti:

Anonimo ha detto...

Era ora che aggiornassi il blog!
Si vede che eri troppo occupato altrove :-)
Mi aspetto tra qualche mesetto pero un articolo tutto in francese!
Ciao

chicco ha detto...

Hai ragione!
Cerchero' di rifarmi in futuro :)

Anonimo ha detto...

sì, ma con i sottotitoli ;o)